realizzare sito web efficace

Principali caratteristiche di un buon sito web

Che cosa rende un sito web efficace? Se stai pensando di rivolgerti ad un’agenzia di siti web Lecce, Milano, Roma ecc. per la realizzazione del tuo sito web, tieni presente i seguenti punti per ottenere il massimo da esso:

Contenuto

Avere dei contenuti di qualità sul tuo sito web è fondamentale per fornire agli utenti tutte informazioni che cercano. Il contenuto ti permette anche di stabilirti come esperto del tuo settore. Quando i visitatori del tuo sito web stanno cercando di effettuare un acquisto, si sentiranno più a proprio agio con i tuoi prodotti e servizi se hai ottenuto la loro fiducia con quello che hai scritto sulle pagine del sito.

Il contenuto è anche un fattore cruciale per ottenere un buon posizionamento sui motori di ricerca. La maggior parte degli utenti di Internet si affidano a Google per essere aiutati a trovare quello che cercano. Prenditi del tempo per creare contenuti di alta qualità, i tuoi sforzi saranno ripagati grazie ad una migliore classificazione sui motori di ricerca.

Design semplice ed attraente

Il design di un buon sito web dovrebbe essere semplice, ma professionale. I siti web con uso eccessivo di Flash e di immagini in movimento possono distrarre molto facilmente l’attenzione, oltre a non essere ben visti agli occhi di Google. I colori non devono essere duri agli occhi e il testo deve essere facile da leggere.

Navigazione facile

L’attenzione del visitatore medio è una questione di secondi e se risulta difficile trovare quello che sta cercando, lo perderai molto rapidamente. I link alle tue pagine più importanti dovrebbero essere facilmente trovati in ogni pagina. Una buona regola è che ogni pagina deve essere accessibile con due clic dalla tua home page.

Aggiornamento

Avere un sito web che viene aggiornato frequentemente incoraggerà i visitatori a navigarci su molto più spesso. Ci sono diverse opzioni per mantenere il tuo sito sempre aggiornato. Con un blog è possibile aggiungere contenuti al tuo sito web da qualsiasi computer in modo facile ed intuitivo, con una connessione a Internet. Non è richiesto nessun software o competenze particolari.

Ottimizzazione

Un sito web di successo sarà ben posizionato sui motore di ricerca, ma per raggiungere la prima pagina di Google deve essere prima ottimizzato. L’ottimizzazione on-page include l’utilizzo di metatag come titoli e descrizioni per tutte le tue pagine, l’utilizzo di intestazioni e tag alt per le immagini. Un sito web forte in altre aree ma debole nell’ottimizzazione può essere difficile da raggiungere per gli utenti.

Approfondisci

seo

A chi affidare la SEO del proprio sito: come scegliere

Scegliere i professionisti a cui affidare la propria attività di posizionamento organico non è affatto semplice: il mercato è inflazionato e distinguere una realtà seria da una che non lo è può risultare davvero complicato, specie per i non addetti ai lavori. magari hai già visualizzato il sito di ogni agenzia SEO Milano, Roma e Torino senza capirci granché o notare particolari differenze. Ecco una guida per aiutarti a scegliere in modo lucido.

Parti da sito e social

Ok, il primo approccio con un’agenzia che offre servizi di web marketing non può che essere tramite internet: studia bene il sito dell’azienda, concentrati in particolare sulla sezione del dicono di noi (tenendo presente che le recensioni possono essere manipolate) e su quella del portfolio, o case history. Dai un’occhiata al sito nel suo complesso: funziona bene? Lo trovi efficiente? Se un’agenzia non sa tenere in ordine il proprio sito, forse non dovresti affidargli il tuo.

Quindi passa a visualizzare gli account dei social network, cerca di capire in che modo le diverse agenzie operano, come comunicano, quanto diano l’impressione di saper fare il loro lavoro online. Ripeti la stessa analisi con più siti possibile in modo da poter disporre di un’ampia scelta.

La consulenza

Scelte le agenzie che ti sembrano più affidabili, è il momento di un primo approccio diretto. Durante la consulenza devi sentirti in diritto di porre tutte le domande che ritieni di dover fare, anche le più stupide. Presta attenzione agli atteggiamenti del consulente: se cerca di persuaderti con frasi a effetto, promesse e garanzie di risultati in tempi brevi, forse è meglio che scappi via. Se insiste con il proporti servizi che a te non interessano, scappa via. Se usa frasi del tipo “siamo i migliori”… scappa via senza voltarti.

Un consulente serio cercherà di convincerti attraverso la forza dell’argomentazione, della strategia, dei dati e dei casi di studio in proprio possesso. Il resto è aria che il vento si porta via!

Il preventivo

Alla terza fase dovrebbe essere arrivata una manciata di agenzie, le più convincenti. Ora puoi richiedere un preventivo di spesa. Ora diffida delle tariffe che si discostano troppo, in un senso o nell’altro, dalla media (magari chiedi delucidazioni del perché ti sia stato proposto quel prezzo).

Fai attenzione che ogni voce sia esaustiva e chiara: prezzo finale, periodo di attività, tempistiche e modalità di pagamento: tutto ciò che è nero su bianco deve essere stato compreso alla perfezione. Poni tutte le domande che ritieni, insisti se non capisci qualcosa e firma solo se hai compreso perfettamente ogni clausola.

Approfondisci

video marketing

Perché il video marketing è una risorsa vincente

Il video marketing ha visto crescere la propria rilevanza in modo esponenziale negli ultimi anni. Assieme ad esso è cresciuta la rilevanza delle agenzie di produzione video Milano, Roma, Torino e delle principali città italiane, che hanno visto i propri business aumentare vertiginosamente da almeno tre anni a questa parte. Ma perché le imprese hanno scelto di credere nella forza dei video? E perché dovresti farlo anche tu?

Chiarezza e ricordanza

In confronto ad altre tipologie di contenuto, e quelli testuali in particolare, i video riescono a veicolare un numero di informazioni e di messaggi nettamente superiore, in modo più chiaro e comprensibile e attivando un ricordo molto più duraturo. Una soluzione perfetta per promuovere prodotti e servizi.

Effetto viralità

I video sono anche i contenuti più virali del web. Essi si diffondono con incredibile rapidità tramite i canali dei social network e le piattaforme di instant messaging e sono un’eccellente attrattive da inviare per strategie di e-mail marketing.

Empatia con il pubblico

Il video utilizza un approccio narrativo particolarmente coinvolgente e favorisce una maggiore empatia tra il marchio che promuove il contenuto e i suoi spettatori. Attraverso il video, un’azienda può mettere in evidenza i propri punti di forza e le peculiarità che la contraddistinguono, evitando però le autocelebrazioni e sfruttando le dinamiche dell’intrattenimento per farsi conoscere e apprezzare nel modo più leggero e naturale.

Vantaggi SEO

Una pagina web che ospita al proprio interno un contenuto video ha molte più possibilità di conquistare le prime posizioni dei motori di ricerca. I video piacciono ai robot di Google, che ne favoriscono l’ascesa nelle pagine di ricerca e, oltretutto, abbattono il tasso di abbandono all’interno del sito da parte degli utenti, oltre ad allungare i tempi di permanenza.

Immagine di forza e innovazione

Un’azienda che promuove se stessa attraverso campagne di video marketing dimostra innovazione, creatività e freschezza. Al pubblico piace l’originalità e sa apprezzare la qualità delle anime più fantasiose. Elementi che possono essere alla base di un rapporto fidelizzato tra marchio e cliente.

Approfondisci

web marketing per aziende

SEO, SEA e Social Media Marketing: il web per aziende

Investire in web marketing significa tutto e niente. Ma più che altro niente. Non basta sostenere di credere nella forza del web né è sufficiente decidere di staccare un assegno a un’agenzia di pubbliche relazioni o a una web agency per iniziare a macinare contatti, clienti e soldi tramite il web. Il marketing online si frammenta in diversi possibili canali d’azione, tutti con i propri punti di forza specifici. Scegliere su quale branca del web marketing investire non è affatto facile. Quali sono le alternative?

SEA

SEA è l’acronimo di Search Engine Advertising e si riferisce alle strategie di web marketing che vertono sulla realizzazione di campagne Pay per Click. Le PPC possono interessare i motori di ricerca come Google, i social network come Facebook o i siti internet, i quali permettono l’inserimento di banner pubblicitari con link che rimandano al sito web o su specifiche pagine definite landing page.

Il funzionamento di base delle campagne PPC è piuttosto semplice: bisogna stabilire un budget giornaliero e scegliere un set di parole chiave; a quel punto, saranno gli annunci a pagamento a veicolare traffico verso l’indirizzo web stabilito, ogni click ha un costo specifico e la campagne resta online fino all’esaurimento del budget prefissato.

SEO

La SEO, acronimo di Search Engine Optimization, segue una logica differente dalla SEA. Il posizionamento sui motori di ricerca è orientato all’acquisizione di traffico organico e gratuito, ottenuto tramite le ricerche degli utenti sui motori di ricerca. In particolare, compito di una strategia SEO è quello di posizionare le pagine di un sito web più in alto possibile negli elenchi di ricerca per specifiche parole chiave, in modo da favorire un aumento delle visite.

Social Media Marketing

Come facilmente intuibile, il Social Media Marketing punta all’ottimizzazione delle strategie di branding sui social media. Facebook, Twitter, LinkedIn, YouTube e tantissimi altri, oltre ad essere piattaforme ludiche d’intrattenimento, sono anche potentissimi strumenti di web marketing che puntano all’acquisizione di visibilità tramite specifiche strategie di content editing sui social network.

Approfondisci

Google My Business

Come sfruttare Google My Business per la SEO

Google My Business è un servizio multipiattaforma introdotto da Google a partire dal 2014 in sostituzione di Google Places. Si tratta di un canale riservato ad enti professionali quali aziende, lavoratori autonomi, enti e associazioni e che integra in un unico sistema i servizi di G+ e quelli di Google Maps. Google My Business è un servizio molto noto da chi opera nel settore web marketing e ogni agenzia SEO Milano, Roma e anche al di fuori dei confini nazionali, quando ha a che fare con SERP geolocalizzate, implementa al meglio la sezione apposita perché consapevole dei significativi benefici che tale funzione è in grado di apportare. Ma quali sarebbero questi benefici?

Google My Business e SEO

Come detto, i servizi di Google My Business sono una risorsa eccellente per ciò che riguarda le ricerche geolocalizzate. Quando eseguiamo una ricerca orientata alla ricerca di attività in specifiche realtà territoriale (ad esempio “hotel a Firenze” o “trattoria Napoli”), la SERP di Google presenta una mappa corredata da tre risultati geolocalizzati, i primi visualizzati dall’utente. Posizionare il proprio sito nella sezione significa aumentare significativamente le possibilità di raggiungere gli utenti. Non solo, My Business offre una serie di informazioni utili e complete che rendono la navigazione più agevole, offrendo al pubblico una panoramica completa e corredata di informazioni sull’attività, orari di apertura e di chiusura, contatti, recensioni, indicazioni stradali, in modo immediato.

I vantaggi

Google My Business raddoppia le possibilità di posizionarsi tra le prime posizioni della SERP. Un profilo completo e dettagliato rende ogni informazione facilmente accessibile e agevola il processo di valutazione dell’utente. Si tratta di uno strumento diretto, organico ed efficace sia sotto l’aspetto del posizionamento e sia dal punto di vista del branding, potenziando l’immagine aziendale e dando maggior spazio a prodotti e servizi, diretti a target già selezionati geograficamente e, dunque, più facilmente raggiungibili.

Approfondisci

scrivere contenuto SEO-friendly,

Come scrivere un contenuto SEO-friendly

Scrivere un contenuto per il web non è la stessa cosa che farlo per la carta stampata. Le logiche del web copywriting seguono regole differenti e richiedono anche un approccio di scrittura del tutto proprio. Un contenuto online, prima di ogni altra cosa, deve essere concepito con lo scopo di essere rintracciabile sul web. Ciò significa che la SEO assume un ruolo di primo piano. Come scrivere un contenuto per posizionarlo sul web?

Il primo step consiste in una verifica posizionamento Google, analizzando le parole chiave più performanti, i trend di ricerca e, sulla base di essi, articolare un prodotto editoriale che sia valido ma, allo stesso tempo, efficace dal punto di vista dell’indicizzazione sui motori di ricerca.

La parola chiave principale per cui volete posizionare il contenuto deve ricorrere con frequenza nel testo: qui non esistono parametri di riferimento standard, qualcuno consiglia di inserirla una volta a inizio testo e altre due per ogni 300 parole; altri consigliano una keyword density compresa fra il 2 e il 4% (esistono diversi siti dove puoi calcolarla gratuitamente).

La parola chiave deve essere inserta nel modo più naturale possibile anche all’interno dei meta-tag Title e Description e, consigliabilmente, all’interno del primo sottotitolo (cioè il tag H1, ma si consigli di utilizzarla anche nei successivi H2, H3, ecc.).

Il testo deve seguire un ordine schematico e gerarchizzare gli argomenti: a Google (e ai motori di ricerca in generale) piace scansionare testi chiari, ben delineati e ordinati per importanza attraverso i vari tag H1, H2, ecc.

Aiutate l’autorevolezza del vostro elaborato inserendo utili link di approfondimento a siti con un alto trust, come portali governativi, testate autorevoli, Wikipedia. Ovviamente, ma è meglio ricordarlo, sono assolutamente banditi i copia-incolla da altri testi, anche se si tratta di vostri elaborati: Google penalizza i duplicati, è una cosa che davvero non tollera!

Approfondisci