abito da sposa

3 principali consigli per scegliere l’abito da sposa

Cos’è una sposa senza il suo abito? Probabilmente una donna a metà. Nell’organizzazione di un matrimonio, scegliere il vestito ideale è sempre causa di grandi stress per una sposa. Il nostro consiglio generale è quello di affidarsi ad una wedding planner, che vi possa consigliare l’abito perfetto per il vostro fisico ma anche per la vostra personalità. Se vivete a Catania o a Palermo, ad esempio, date un’occhiata in giro e cercate tra le tante, la wedding planner in Sicilia che fa al caso vostro.
Se invece avete intenzione di fare tutto da sole, seguite i nostri 3 semplici consigli per scegliere l’abito da sposa, e ci ringrazierete.

1. Prendetevi un momento di pausa solo per voi

Scegliere un vestito da sposa è davvero complicato. Spesso subentrano paure, insicurezze recondite, ansia di non apparire belle come vorremmo. In questo caso, il rimedio è prendersi 24 ore solo per se stesse, lontano da tutti. Cercate di non pensare all’imminente appuntamento. Svagatevi, date sfogo alle vostre passioni, rilassatevi il più possibile. Ciò vi aiuterà a liberare la mente da tutte le tensioni, stress e sensazioni di panico che inevitabilmente potrebbero affliggervi in situazioni particolari come queste.

2. Scegliete il vestito che vi fa stare bene

Arrivato il giorno della scelta, non dimenticate mai che il vostro abito deve farvi stare bene in qualsiasi situazione. Avete intenzione di organizzare un matrimonio festoso dove si ballerà per tutta la notte? Allora evitate gli abiti troppo pomposi che potrebbero ostacolare i vostri movimenti. Oppure, avete intenzione di sposarvi in montagna? Evitate gli abiti troppo scollati e se possibile, procuratevi un giacchino o una pelliccia che possa coprirvi perlomeno le spalle. La cosa più importante è non punirsi con vestiti troppo stretti solo per apparire più magre agli occhi degli altri. È consigliabile anche evitare di seguire diete forzate solo per il gusto di perdere dei chili. Il segreto per stare bene con il proprio abito è stare bene con voi stesse. Il vestito che indosserete non deve solo rappresentarvi ma deve farvi godere il vostro giorno più bello in assoluta comodità.

3. Il segreto? L’accessorio

Il segreto per rendere il vostro abito unico e irripetibile è associarlo ad un accessorio che vi rappresenti e che vi faccia sentire a vostro agio. Potete, per esempio, cingere la vostra vita con una cintura che amate tanto e che avreste sempre voluto indossare. Se invece non avete voglia di osare, potete anche indossare degli orecchini o la collana a cui siete più affezionate, e con cui volete raggiungere il vostro sposo all’altare. Niente paura se hanno un colore o uno stile differente rispetto al vostro abito: di certo apparirete estrose ed uniche rispetto alle altre.

Approfondisci

moda sposa

Abiti da sposa: i modelli più utilizzati del 2017

Dalle passerelle di New York a quelle di Milano, passando per Parigi, Madrid e Tokyo; la moda abiti da sposa è uno specchio abbastanza fedele della realtà sociale e ne tratteggia le particolarità, i tic e le virtù. Le collezioni matrimoniali 2017 hanno confermato i trend che hanno fatto da bussola negli ultimi due anni: il vintage resta la corrente più percorsa, secondo canoni ibridi, modernizzati e in continuo divenire. La sposa moderna ama rievocare le stagioni passate ma secondo un gusto fresco e attualizzato.

Un occhio al passato…

Gli anni ‘50 rivivono nelle passerelle e sugli altari di tutto il mondo, riprendono suggestioni tipiche di quegli anni, recuperano l’immenso bacino simbolico delle pin-up, della nouvelle vague, del boom economico e della rivoluzione culturale che ne seguì da lì a una manciata di anni. Suggestioni hippy si lasciano raffigurare in vesti vezzose, leggere e seducenti, in trecce e capigliature vaporose, in accessori che rompono con la routine e aprono uno sguardo alle tendenze che furono. Il tutto, secondo un’espressione di design fortemente moderna, che rende attuale il passato e suggestione di ricordi il presente. Il vintage è il faro della moda matrimoniale.

… E un occhio al presente

Vintage, certo, ma secondo i gusti e le percezioni della società odierna, una società iper-veloce, in cui la donna è perfettamente inserita e recita una parte da protagonista. Sono distanti anni luce i tempi in cui la donna – musa viveva con passività la propria figura di angelo del focolare. La donna di oggi vuole essere sexy, femminile in ogni contesto, comoda, seduttrice. Le suggestioni sessantottine si modellano su canoni più credibili per la donna di oggi, che non disdegna le scollature, i tacchi ampi e le gonne corte, nel limite del decoro. La moda abiti da sposa vive delle medesime vibrazioni; la moda esprime le sue forme d’arte tracciando il profilo della società dei consumi, di un certo voyeurismo diffuso. La sposa non va verso la contemplazione estatica ma si fa carico di una portata di responsabilità, profusa nel rompere col passato ma senza dimenticarlo. Vintage urbano, passato attuale o presente colorato di ricordo. La moda sposa è tutto questo e anche molto, molto altro.

Approfondisci

fotografo matrimonio

Come scegliere il fotografo per il proprio matrimonio

Ci sono spese che riguardano il matrimonio che vanno valutate con più attenzione, in quanto prevedono un esborso monetario maggiore. Tra queste ci sono sicuramente il banchetto, il viaggio di nozze ed il fotografo matrimonio. In questo articolo pertanto vedremo come individuare il professionista perfetto per immortalare le scene più belle del vostro matrimonio.

Per prima cosa cominciate effettuando una scrematura dei nominativi dei fotografi che vi piacciono di più quanto a stile. Quindi contattateli per organizzare degli incontri conoscitivi e per farvi redigere dei preventivi personalizzati ed in linea con le vostre esigenze. Forse infatti non sapete che alcuni fotografi di matrimonio possono essere ingaggiati anche solo per poche ore, le ore nelle quali effettivamente avete bisogno di loro, come per esempio le ore che vanno dai preparativi degli sposi fino al lancio del riso.

Gli incontri conoscitivi sono fondamentali per capire un sacco di cose, in primis se la persona che avete di fronte è la persona giusta per il vostro matrimonio. Questo perché con il fotografo dovrete passare molte ore, più di quante dovrete passare più ore che con vostra madre, è fondamentale che scatti “il giusto feeling”.

In secondo luogo l’incontro conoscitivo vi da modo di fare tutte le domande che volete, anche quelle che vi sembrano banali o ingenue, infondo non ingaggiate un fotografo di matrimonio ogni giorno! Potete chiedere informazioni su cosa include il valore del preventivo, su come si svolge logisticamente il set fotografico del matrimonio e via dicendo. Qual è il costo dell’album di nozze ed in quali design è disponibili.

Durante gli incontri conoscitivi è anche possibile capire se quello che avete davanti è un fotografo abusivo. I fotografi abusivi sono più facili da individuare di quello che potete pensare. Per prima cosa non hanno partita iva. Secondariamente propongono preventivi oltremodo convenienti, e questo perché non pagano le tasse e/o perché utilizzano attrezzature scadenti. In terzo luogo quando chiedete delucidazioni sul valore del preventivo, rispondono in maniera poco chiara o vaga. Infine spesso ma non sempre, sui loro portfolio online riportano foto con stili molto differenti tra loro e questo perché spesso sono rubate dai siti di altri fotografi professionisti.

Se il professionista che avete di fronte supera tutti questi test, allora è quello giusto! Affidatevi con piena fiducia a questa persona e non temete di venire male o che alcuni particolari delle vostre nozze non vengano fotografati. Questi professionisti sono preparati a tutto e voi avrete la certezza di avere delle foto realizzate a regola d’arte.

Approfondisci

I fiori ideali per un matrimonio glamour

Che bouquet e addobbi floreali scegliere per un matrimonio di lusso e alla moda: tulipani e orchidee i fiori più indicati.

Organizzare un matrimonio richiede che ogni particolare sia curato con coerenza, senza trascurare nulla e prestando attenzione che ogni dettaglio si armonizzi con compostezza e decoro. Gli addobbi floreali sono parte integrante della scenografia, elemento fortemente evocativo e in grado di catturare l’interesse di tutti. Prima di richiedere la spedizione fiori presso la chiesa e il ristorante che avete designato per il giorno più importante, è bene avere le idee chiare sulla tipologia di ricevimento che avete deciso di ricostruire. Ecco alcuni consigli per scegliere al meglio i fiori per un matrimonio glamour, all’insegna dell’eleganza e dello charme.

Il bouquet

Un matrimonio glamour richiede una certa quota di appariscenza, da dosare con gusto ed equilibrio. Il bouquet in questo caso dovrà essere sontuoso, impreziosito da brillanti a effetto e magari qualche dettaglio dal sapore un po’ retrò, per conferire quella nota artistica di grande effetto. I fiori più indicati sono iride, narciso, dalia e fiordaliso.

Gli addobbi

Quando si parla di addobbi floreali si intende una serie di cose: i fiori che rivestono la navata della chiesa, i centrotavola del ristorante, i decori della sala ricevimento. Qui esistono diverse alternative per valorizzare il tutto. Tenendo a mente l’importanza dell’equilibrio e del buon gusto, le decorazioni dovrebbero avere un carattere più accentuato, caratterizzato da giochi di linee e di cromie variegato, elementi ornamentali ricchi e colorati e con una linea di colore comune che faccia da trama al tutto e conferisca una visione d’insieme: arancione, rosso e giallo sono i colori per un pranzo di nozze, la sera è preferibile optare per colori freddi, dando spazio al blu di rose e iris.

I fiori più adatti

Anche i fiori seguono le mode e le tendenze. In questo periodo, cresce l’appeal del tulipano, un fiore dalla tradizione forte e dai significati profondi. L’orchidea è apprezzata per le sue sfumature di colore e per un design accattivante. Le rose rosse non perdono il loro fascino, magari da utilizzare in chiesa, per un suggestivo contrasto tra sacro e profano.

Approfondisci

La struttura per il tuo matrimonio

Parliamo di un matrimonio al sud, suggestivo, pieno di ospiti da accogliere il migliore dei modi, da stupire con effetti speciali senza ricorrere a ostentazioni eccessive.
Parliamo di una coppia che decide, dopo varie consultazioni e ricerche in rete, di visitare una struttura vista sul web, per verificare che sia bella come decanta il sito.

E quindi?
Siamo a Villa Ciardo, una location incantata, a dir poco. Il sito ha illustrato perfettamente ai nostri sposi un luogo fatto di dettagli, cura, arredi che si sposano con la tradizione senza eccedere. Le sale ricevimenti interne, impreziosite da archi e fregi, si dispiegano in modo ordinato e arioso sino ad arrivare al giardino, ampio e spazioso, incorniciato da un agrumeto poetico.

Nessun eccesso per il giorno più importante della vita, bensì una delicata struttura antica, che trova spazio in un imponente palazzo signorile dell’ottocento, pensato per soddisfare le esigenze più disparate dei clienti. Tante le ville per matrimoni a Lecce, ma Villa Ciardo ha la capacità di avvolgere i suoi clienti con un abbraccio caldo e familiare, offrendo certezze e una solida esperienza nel campo dei ricevimenti.
Alessano, poi, città che la ospita, dista soli cinquanta chilometri dalla città del Barocco e dal Capo di Leuca, ideale per consentire agli ospiti che provengono da fuori regione di visitare questo meraviglioso pezzo di sud, ricco di tradizioni e piacevoli e inedite bellezze.

 

Approfondisci