Occhiali da sole sul grande schermo: i modelli più belli tratti da film famosi

Il cinema è uno dei canali più forti e influenti nella costruzione dell’immaginario popolare, influenza il linguaggio, gli interessi e il look della gente comune e genera un flusso continuo di novità e fascinazioni che si riflettono nella vita di tutti i giorni e nei costumi.

Tra gli accessori più accattivanti e in grado di sedurre e colpire l’attenzione del pubblico, gli occhiali da sole conquistano un ruolo di primo piano e restano nella memoria degli spettatori per anni, lanciano mode, spariscono e poi tornano in auge con sorprendente ciclicità. Ecco gli occhiali da sole più apprezzati dai cineasti consacrati dall’industria filmica mondiale, per farti ispirare prima di recarti dalla tua ottica Tricase per acquistare il modello più adatto al tuo viso… e ai tuoi gusti cinematografici.

Spectre

La saga di 007 ha influenzato l’immaginario pubblico per un arco temporale che va dal 1962 al 2015, anno di uscita dell’ultimo (per ora) episodio della fortunatissima saga. Da Sean Connery a Roger Moore passando per Pierce Brosnan fino a Daniel Craig, che ha interpretato il celeberrimo James Bond nelle ultime 4 pellicole. L’ultimo atto, Spectre, ha visto la spia britannica indossare un paio di occhiali da sole dalla montatura spessa e lenti ampie, cinte da un cerchio scuro che dà risalto a lenti dalle tonalità scure: un modello perfetto per visi triangolari e caratterizzati da linee squadrate.

Le Iene

Altro fenomeno delle contaminazioni cultuali è, senza dubbio, Quentin Tarantino: non c’è party in maschera che non accolga almeno una coppia di Jules e Vincent, il duo di criminali al servizio di Marsellus Wallace elegantemente vestiti con abito scuro e camicia bianca. Un look che richiama un altro film del cineasta americano, quel Le Iene che consacrò per la prima volta al pubblico la poetica anti-convenzionale dell’artista. Nel suo primo lungometraggio, tutti i protagonisti indossano un paio di occhiali. Tim Roth-Mr. Orange sfoggia un paio di occhiali dalle connotazioni vintage, che tanto è tornato in auge negli ultimi anni: la parte superiore della montatura ripercorre i tratti delle sopracciglia per poi sparire nel bordo inferiore, lenti verdi risaltate dal bordo dorato che attornia li zigomi e aste sottili di colore scuro per fare da contrasto con la carnagione chiara dell’attore. Un modello perfetto per visi dai contorni aspri.

Mission: Impossible

Era il 1996 quando Brian De Palma lanciò il suo Mission: Impossible, film che dopo due decadi non ha visto scalfire la propria notorietà. La pellicola mostra un Tom Cruise indossare occhiali da sole a maschera, in uno stile futuribile che strizza l’occhio a capolavori come Blade Runner e che attinge in modo accennato all’immaginario cyber-punk. Gli occhiali da sole di Cruise-Ethan Hunt sono schiacciati, dalle lenti sottili e tondeggianti e una montatura vistosa che dirotta il focus d’attenzione su labbra e fronte: un modello adatto a visi delicati, dalle linee tondeggianti e fini.